TITOLO IV° ORGANI DELL'ASSOCIAZIONE

  • Art. 13

    Organi

    Sono organi permanenti dell'associazione
    1) l'Assemblea;
    2) il Comitato Direttivo;
    3) il Presidente;
    4) il Collegio dei Revisori dei Conti;
    5) il Collegio dei Probiviri.
    Organi temporanei potranno essere costituiti per occasioni particolari e contingenti. Gli atti di tali organi necessiteranno sempre di delibera confermativa del Comitato Direttivo.

  • Art. 14

    Composizione dell'Assemblea

    L'Assemblea è composta da tutti i Soci in carica.
    L'Assemblea è presieduta dal Presidente dell'associazione ovvero, in caso di sua assenza,
    da persona designata dall'Assemblea stessa.
    All'Assemblea ogni avente diritto deve presenziare personalmente.
    Le deliberazioni dell'Assemblea vincolano tutti gli associati.

  • Art. 15

    Convocazione dell'Assemblea

    L'Assemblea si riunisce su convocazione del Presidente.
    11 Presidente convoca l'Assemblea con avviso scritto, contenente l'ordine del giorno, il luogo, la data e l'ora della riunione, da affiggersi presso la sede dell'associazione almeno 15 (quindici) giorni prima della data di convocazione dell'Assemblea; l'Assemblea per la modifica dello statuto deve essere convocata almeno 30 (trenta) giorni prima.
    L'Assemblea deve essere convocata almeno una volta all'anno, per l'approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, entro e non oltre il 30 giugno.
    L'Assemblea deve essere altresì convocata entro trenta giorni dalla scadenza del mandato degli organi dell’associazione, al fine di eleggere i nuovi organi.
    L'Assemblea può essere convocata ogni qualvolta il Comitato Direttivo lo ritenga necessario o su richiesta motivata di almeno 2/5 (due quinti) dei componenti di cui al precedente articolo; in questo caso l'Assemblea dovrà aver luogo entro il mese successivo a quello della richiesta.

  • Art. 16

    Validità dell'Assemblea

    L'Assemblea ordinaria è validamente costituita in prima convocazione con la partecipazione di almeno un terzo degli aventi diritto, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.

  • Art. 17

    Votazioni e deliberazioni dell'Assemblea

    Le votazioni avvengono nominalmente per alzata di mano. Le votazioni concernenti persone saranno assunte a scrutinio segreto. Ogni partecipante ha diritto ad un solo voto.
    L'Assemblea delibera a maggioranza di voti.
    Per la modifica del presente statuto occorre l'inserzione della modifica nell'ordine del giorno, su proposta di almeno un terzo dei soci.

  • Art. 18

    Verbalizzazione dell'Assemblea

    Le deliberazioni assembleari sono riassunte in un verbale redatto dal segretario o in caso di sua assenza da un componente dell'Assemblea e sottoscritto dal Presidente.
    Il verbale può essere consultato da tutti gli associati che hanno il diritto di trarne copia.

  • Art. 19

    Compiti dell'Assemblea

    All'Assemblea spettano i seguenti compiti:

    in sede ordinaria:
    • discutere e deliberare sui bilanci consuntivi e preventivi e sulle relazioni del Comitato Direttivo e del Collegio dei Revisori dei conti;
    • eleggere il Presidente, i membri del Comitato Direttivo, il Collegio dei Revisori dei Conti ed il Collegio dei Probiviri;
    • deliberare sulle direttive d' ordine generale dell'associazione e sull'attività da essa svolta e da svolgere, nei vari settori di competenza;
    • deliberare su altro argomento di carattere ordinario, sottoposto alla sua approvazione dal Comitato Direttivo;
    • fissare le quote associative;

    in sede straordinaria:
    • deliberare sullo scioglimento dall'associazione;
    • deliberare sulle proposte di modifica dello statuto;
    • deliberare sul trasferimento della sede dell'associazione.
    • deliberare su ogni altro argomento di carattere straordinario, sottoposto alla sua approvazione dal Comitato Direttivo.

  • Art. 20

    Comitato Direttivo

    Il Comitato direttivo è composto dal Presidente e da altri 7 membri eletti dall'Assemblea degli associati. Possono essere eletti i soci fondatori o soci la cui anzianità sia pari ad almeno un anno.
    Il Comitato si riunisce validamente con la presenza di almeno 3 (tre) consiglieri e le deliberazioni sono assunte a maggioranza dei presenti. Ogni membro ha diritto ad un voto, in caso di parità nella votazione prevarrà quello del Presidente; non è ammessa delega.
    Il Comitato è convocato con avviso scritto contenente l'ordine del giorno, da recapitarsi a tutti i consiglieri, a cura del Presidente.
    Nella prima seduta, convocata dal Presidente dell'associazione, il Comitato elegge tra i propri componenti il Vicepresidente, il Segretario ed il Tesoriere.

  • Art. 21

    Durata e funzioni

    I consiglieri eletti durano in carica per un periodo di 3 (tre) anni.
    Il Comitato svolge tutte le attività esecutive dell'associazione, rispettando le indicazioni di
    carattere generale assunte dall'Assemblea.

    Il Comitato:
    • svolge tutte le funzioni che si riferiscono alla gestione dell'associazione e che sono necessarie al raggiungimento dei suoi scopi;
    • predispone il rendiconto consuntivo ed il bilancio preventivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea, la relazione dell'attività svolta ed i programmi futuri;
    • cura l'esecuzione delle deliberazioni dell'Assemblea;
    • approva le singole spese di carattere ordinario ed amministra il patrimonio dell'associazione;
    • sottopone all'Assemblea degli aderenti proposte di modifica dello statuto;
    • provvede ad ogni altra incombenza attribuitagli dall'Assemblea, dallo statuto e da disposizioni legislative;
    • deliberare l'ammissione di nuovi associati ed eventuali esclusioni.

  • Art. 22

    Il Presidente

    Il Presidente dura in carica 3 (tre) anni ed è rieleggibile. Possono essere eletti i soci fondatori o soci la cui anzianità sia pari ad almeno tre anni.
    Il Presidente rappresenta l'associazione e compie tutti gli atti giuridici che impegnano la stessa in forza di delibere autorizzative dell'Assemblea o del Comitato Direttivo, secondo le rispettive competenze; in caso di assenza o impedimento è sostituito dal Vicepresidente con gli stessi poteri.
    Il Presidente convoca e presiede l'Assemblea ed il Comitato Direttivo e cura l'ordinato svolgimento dei lavori.
    Il Presidente sottoscrive il verbale dell'Assemblea e del Comitato Direttivo curandone la custodia presso la sede dell'associazione.

  • Art. 23

    Il Segretario

    L'associazione ha un segretario nominato dal Comitato Direttivo il quale coordina le attività associative ed inoltre:
    a) cura la verbalizzazione delle riunioni del Comitato e dell'Assemblea;
    b) provvede alla tenuta ed all'aggiornamento del registro degli associati;
    c) cura la tenuta e la conservazione degli atti della Consulta;
    d) è responsabile della corrispondenza dell'Associazione.

  • Art. 24

    Il Tesoriere

    L'associazione ha un Tesoriere nominato dal Comitato Direttivo il quale:
    a) provvede alla tenuta della contabilità, all'assolvimento degli obblighi fiscali e contributivi nonché alla conservazione della documentazione relativa alle entrate ed alle spese e degli inventari dei beni dell'associazione; provvede al pagamento delle spese approvate dagli organi competenti;
    b) svolge i compiti di economo ed esercita ogni altra funzione attribuitagli dal regolamento o conferitagli dal Comitato Direttivo o dal Presidente.

  • Art. 25

    Il Collegio dei Revisori dei Conti

    Il Collegio dei Revisori dei Conti è composto da tre membri nominati dall'Assemblea, in occasione delle elezioni, con la funzione di controllare la correttezza della gestione in relazione alle norme di legge e di statuto; in particolare dovrà accertare la regolare tenuta della contabilità, accertare la consistenza di cassa e potrà a tal fine procedere ad ispezioni e controlli; inoltre predisposti una relazione annuale in occasione della approvazione del bilancio consuntivo. Esso elegge nel suo interno un presidente, il quale indice le riunioni e redige e conserva i relativi verbali.

  • Art. 26

    Collegio dei Probiviri

    Il collegio dei Probiviri è nominato dall'assemblea, in occasione delle elezioni, ed è composto da 3 (tre) membri. Esso ha il compito di comporre o decidere, su richiesta delle parti, controversie tra gli organi dell'Associazione e/o tra gli associati. Esso elegge nel suo interno un presidente, il quale indice le riunioni e redige e conserva i relativi verbali.

Pagina 4 di 6